Nuovi materiali vegan e cruelty-free per l’estate 2019!

Nuovi materiali vegan e cruelty-free per l’estate 2019!

Spread the love

Con l’arrivo della bella stagione sono molti i materiali utilizzati per la realizzazione di calzature e accessori Vegani. Come ben sapete, su VeganShoes.it, poniamo molta attenzione nella selezione e nella scelta dei nostri prodotti, ecco che allora abbiamo optato per le alternative più sostenibili ed eco-friendly!

Per chi è impaziente di scoprire di più sulle novità in serbo per la primavera estate 2019 ecco alcune anticipazioni:

La Rafia

Tra le novità di quest’anno ecco che spunta la Rafia, oppure ràfia, una fibra vegetale grossolana, vagamente simile alla paglia. Dall’aspetto caratteristico, e dalla buona resistenza, deriva da una varietà di palme dell’Africa tropicale, appartenenti al genere Raphia. Diffusa soprattutto nel Madagascar, questa palma si caratterizza per lunghissime fronde, nonché per la capacità di creare frutto una sola volta nella vita.

La fibra può essere utilizzata al suo stato più grezzo o, in alternativa, verniciata e laccata. Questa ultima modalità è molto diffusa poiché, oltre ad aumentare la resistenza della stessa, permette di ottenere colori brillanti, vivi e particolarmente caratteristici. Non a caso, è una delle fibre maggiormente scelte per i prodotti da intreccio. Solitamente utilizzata per produrre corde, cesti e stuoie è scelta anche dall’industria dell’abbigliamento e degli accessori per la creazione di borse, ricami, cappelli nonchè calzature e molto altro ancora.

Il cotone riciclato può provenire da indumenti di seconda mano o da scarti e avanzi tessili che vengono poi trasformati in nuovi filati e tessuti.

Il riciclaggio del cotone previene lo spreco non necessario e può essere un’alternativa più sostenibile allo smaltimento. L’utilizzo di una materia prima riciclata può infatti comportare notevoli risparmi di risorse naturali e ridurre l’inquinamento derivante dall’agricoltura: in particolare, il riciclaggio di una tonnellata di cotone, può far risparmiare 765 metri cubi d’ acqua. Tutto questo rende le Calzature realizzate a partire da questo materiale ancora più green ed eco-friendly.

La Canapa

Anche dalla canapa si ricava una fibra molto utilizzata nel mondo della moda. Essendo una pianta coltivabile con tecniche a basso impatto ambientale, è considerata tra i materiali più sostenibili, inoltre produce una fibra molto pregiata e resistente a calore, muffe, insetti e che non viene danneggiata dalla luce. La canapa rende il 10% di più rispetto alla coltivazione del cotone e ha una consistenza simile al lino ma è più efficiente nel bloccare i raggi UV, quindi è più fresca da indossare ed è calda nella stagione invernale. Avendo anche grandi doti anallergiche i tessuti in canapa sono utilizzabili praticamente da chiunque e in ogni periodo dell’anno.

Il Lino

Il lino è una fibra naturale antica che coniuga bellezza e sostenibilità. La sua fama era dovuta in primo luogo certamente alla bellezza, ma anche alle sue proprietà isolanti, termoregolatrici, di resistenza e di comfort.

Il lino è una fibra cellulosica derivata dal fusto della pianta di lino, una pianta erbacea annuale alta tra i 30 e i 60 cm con fusto eretto, molto fragile, i fiori sono grandi, di colore azzurro-cielo. Le fibre di lino sono molto più forti e più lucenti rispetto ad altre fibre tessili, producono tessuti freschi e assorbenti.

E’ un materiale 100% biodegradabile e riciclabile e considerato una fibra modello: rispetto alla coltivazione del cotone si risparmiano 650mila metri cubi di acqua e 300 tonnellate di prodotti fitosanitari perché non richiede l’uso di pesticidi a necessita solo dell’acqua piovana.

La Pellemela

La Pellemela è un materiale innovativo che viene prodotto utlizzando scarti di lavorazione dei prodotti vegetali. Questo nuovo materiale è stato sviluppato dopo lunghe ricerche grazie all’additivizzazione della miscela poliuretanica con prodotti ecologici ricavati dagli scarti della lavorazione di prodotti vegetali, in particolare delle mele.

Non solo la mela è una materia prima totalmente ecologica e naturale ma conferisce al prodotto caratteristiche tecniche ed organolettiche peculiari. Oltre ad aumentare sensibilmente la traspirabilità dei materiali senza modificarne la termoscurenza, l’alta percentuale di materiale organico e naturale rende il prodotto eco-friendly, atossico e biocompatibile.

 Da queste soluzioni a base di farina di mele si ottiene una pelle vegetale molto versatile, che può avere gli stessi impieghi della vera pelle, dall’arredamento alla moda, dalle scarpe alle borse.

Il Mais

Ultimo ma non meno importante tra i materiali cruelty-free per la nuova stagione, vi presentiamo il mais.

La simil pelle vegetale, ottenuta dagli scarti agroalimentari, recupera la parte di mais più dura, che serve da sostegno al chicco. Si ottengono così scarpe che permettono una maggiore traspirabilità ed elasticità per il piede. Grazie all’impiego di materiali 100% naturali, l’impiego di poliuretano per la realizzazione delle calzature è ridotto al minimo, il risultato, quindi, è quello di una scarpa più attenta all’ambiente, che coinvolge materiali il più possibile naturali, mantenendo le caratteristiche di resistenza all’acqua e fornendo un’alternativa di qualità alla tradizionale scarpa in pelle.

Dalle zeppe alle sneakers, passando per gli accessori ed i sandali, non perdetevi tutti i modelli cruelty-free realizzati con questi materiali, siamo certi troverete quello che fa al caso vostro!

Seguiteci sui social per rimanere aggiornati sui nuovi arrivi.

Un saluto Vegan,

Veronica 🌻

 


Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *