I perchè della scelta Vegan

I perchè della scelta Vegan

Spread the love

Spesso si pensa allo stile di vita vegan come qualcosa di estremo, difficile da concepire. Molti la vedono come una moda, un trend passeggero, ma la scelta Vegan proviene da una presa di coscienza profonda: accade quello che in inglese chiamano “make the connection” ovvero si coglie ad un tratto il nesso, si fa la connessione, tra quello che la società ci fa vedere e le cose come effettivamente stanno.

Ma andiamo con ordine.

Il termine Vegan nasce in Inghilterra nel 1944 ad opera di Donald Watson, difensore dei diritti animali e fondatore della Vegan Society, il quale riteneva opportuno avere una parola specifica che stesse ad indicare una scelta alimentare diversa da quella vegetariana. La dieta Vegan, infatti, esclude dalla tavola qualsiasi ingrediente di origine animale, in quanto rifiuta le pratiche di violenza, sfruttamento e crudeltà che gli stili di vita basati sul consumo di prodotti animali e, di conseguenza, anche la dieta vegetariana comportano.

La filosofia Vegan è qualcosa che porta avanti l’idea del rispetto, della non-violenza, dell’empatia, dell’appartenenza ad una grande famiglia, fatta di specie diverse che convivono e condividono la loro esperienza di vita. Chi abbraccia questo stile di vita non vede gli animali come specie inferiori da cui trarre profitto, bensì esseri viventi che hanno diritto di vivere la loro vita serenamente, proprio come noi umani. Per qualcuno questo può sembrare assurdo, la società ci ha abituati da sempre ad immedesimarci in creature superiori a tutte le altre specie, forti a tal punto da decidere sulle sorti di vita e di morte di chiunque, quando invece non c’è nulla di strano nel rispettare volontariamente qualsiasi forma di vita sulla Terra.

Quella Vegan però non è una decisione solo culinaria: prodotti animali vengono usati anche per creare capi di abbigliamento, rifinire gli interni delle auto, i divani, creare collanti o attrezzi per macchinari, etc.. Ecco perchè la scelta vegan viene definita come un vero e proprio stile di vita: tocca allo stesso tempo molteplici aspetti della nostra quotidianità e, per chi prende a cuore la causa etica a 360°, vi sono molti aspetti a cui fare attenzione.

Uno tra questi è l’interesse per la salvaguardia ambientale: gli allevamenti intensivi, infatti, oltre che causare la morte di miliardi di animali, contribuiscono al surriscaldamento globale in scala maggiore rispetto all’intero settore dei trasporti: auto, treni, bus, camion, navi e aerei messi insieme. Un ingente impiego di risorse naturali, inquinamento, deforestazione e danni ai delicati equilibri del nostro Pianeta, questi sono tutti aspetti strettamente collegati all’allevamento intensivo e costituiscono un’ulteriore motivazione verso uno stile di vita che mira a ridurre il proprio impatto sull’ambiente.

Resta comunque il fatto che ogni individuo interpreta i principi di questa filosofia secondo la propria personalità e i propri interessi, secondo ciò che lo spinge, ogni giorno, a fare la differenza, che sia per amore degli animali, l’ambiente, la propria salute, o tutti questi aspetti messi insieme!

Veronica 🌻

PS: vi lascio con un video divertente: le reazioni delle nonne al “son diventato vegano, nonna”.

Enjoy!

 



Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *